DVM ALESSANDRO PROTA - NAPOLI - ITALY

ESAME NEUROLOGICO
MIELOGRAFIE
ERNIE DISCALI
FRATTURA VERTEBRALE
CAUDA EQUINA
WOBBLER
MESOTERAPIA PARAVERTEBRALE

VISITE SU APPUNTAMENTO

CONTATTI 3393201159 alessandro.prota@virgilio.it

domenica 20 maggio 2012

LA DISCOSPONDILITE NEL CANE

Discospondilite
Descrizione e causa
Si tratta di un'infezione dei dischi intervertebrali e adiacenti corpi vertebrali, che causa una risposta infiammatoria che coinvolge il midollo spinale associato o delle radici nervose. Può verificarsi come conseguenza di un'infezione primaria in altre parti del corpo, come una infezione delle vie urinarie della pelle o della bocca.Un ‘ infezione diretta può verificarsi dalla ferita penetrante adiacente lo spazio discale o vertebra o da un precedente intervento chirurgico alla colonna vertebrale in caso di fratture o ernie discali
Sintomi e diagnosi
Discospondilite più comunemente colpisce i cani di grandi dimensioni, di mezza età. Cani di piccola taglia e gatti sono raramente colpite. Il segno iniziale più comune è il dolore con atteggiamento cifotico (curvatura della colonna) vertebrale CIFOSI CANE:
I sintomi dolorosi possono durare per diversi giorni o settimane. Segni neurologici quali la scarsa coordinazione (atassia) e la paralisi può essere visto in alcuni pazienti ,inoltre possono manifestare in alcuni casi perdita di peso ,febbre, letargia, depressione . La diagnosi si basa sulle caratteristiche cliniche e diagnostica per immagini. Le radiografie spesso sono sufficienti per fare diagnosi mentre la Risonanza Magnetica la TAC e la mielografia sono importanti per stabilire se c’e’ compressione del midollo spinale nel tratto interessato. Per completare la diagnosi va eseguito un emocromo completo,esame culturale dell'urina e del sangue.per isolare l’agente patogeno responsabile
Trattamento
Il trattamento iniziale consiste in antibiotici, riposo gabbia e sollievo del dolore, che dovrebbero iniziare a fare un effetto positivo entro 5 giorni. Il trattamento prosegue per 6- 8 settimane per assicurarsi che l'infezione è completamente risolta. . L'intervento chirurgico è raramente necessario, va preso in considerazione se il trattamento conservativo è inefficace e si evidenza una compressione del midollo con deficit neurologici. Importante considerare che avvolte la Discospondilite si puo’ associare a Poliartrite da Complessi Autoimmuni in tal caso la terapia e’ con corticosteroidi Trattamenti Mesoterapici con prodotti Omotossicologici possono accelerare la guarigione Allorche’ c’e’ un interessamento delle radici nervose un terapia antinevralgica con antiossidanti, vit B1 B6 B12 ,acido alfa lipoico,acetl carnitina sono di grande aiuto Fisioterapia e idroterapia è indicata nei pazienti più gravemente colpiti, dopo che la terapia medica ha ottenuto una risposta positiva.

1 commento:

  1. Professore buongiorno,
    Alla mia canina, che ha 1 anno e 4 misi circa ed è un meticcio, gli è stato diagnosticato un processo flogistico infettivo a carico di siti multipli toracolombari: T9-T10, T13-L1, L4-L4 e L7-S1 (discospondilite) a novembre 2017. Tramite gli analisi fatti non hanno trovato l' antibiotico giusto e gli hanno dato Synolox per 2 mesi. Sembrava che fosse passato tutto, invece i dolori sono ricomparsi subito dopo il secondo calore. Gli abbiamo dato il rimadyl per quasi 2 mesi perché aveva dolori e lo stesso antibiotico per circa 10 giorni che sembrava non gli facesse più nulla. Ho smesso di dare il tutto da 10 giorni e la canina sta benissimo, non ha più nessun dolore. È normale che scompare il dolore da sé? Secondo lei devo proseguire con la ricerca del antibiotico giusto (quindi risonanza, biopsia...) o la lascio in pace finché sta bene. La posso sterilizzare, o evito tutto? Se mi può dare un consiglio, che non so più cosa fare.... La ringrazio tanto in anticipo.

    RispondiElimina