DVM ALESSANDRO PROTA - NAPOLI - ITALY

ESAME NEUROLOGICO
MIELOGRAFIE
ERNIE DISCALI
FRATTURA VERTEBRALE
CAUDA EQUINA
WOBBLER
MESOTERAPIA PARAVERTEBRALE

VISITE SU APPUNTAMENTO

CONTATTI 3393201159 alessandro.prota@virgilio.it

venerdì 30 aprile 2010

ENCEFALITE NEL CANE E NEL GATTO

(SEZIONE ANATOMICA ENCEFALITE CANE) Come definizione l’encefalite e’ un’infiammazione dell’encefalo che puo’essere accompagnata da un convolgimento midollare e/o meningeo. L’encefalite riconosce cause infettive o squilibri del sistema immunitario del paziente stesso. Razze Canine maggiormente colpite dall’encefalite: la meningoencefalite colpisce prevalentemente razze piccole quali terrier e barboncino nano,ma possono colpire anche soggetti di taglia grande. Il Carlino (encefalite del Carlino)Pointer(meningoencefalite granulomatosa purulenta)e Maltese (encefalite del Maltese). Segni clinici di encefalite: nella maggior parte dei casi esordisce in modo acuto e progredisce rapidamente. Nell’encefalite infettiva spesso si ha febbre ,patologie polmonari e gastroenteriche che precedono l’encefalite. Nelle forme di encefalite primitive spesso non ci sono sintomi eclatanti avvolte si riscontra un semplice cambiamento di carattere (aggressivita’,depressione ,il cane si isola non partecipa ,ha dei movimenti facciali ,movimento della testa ,andatura incerta ecc . Spesso questi cambiamenti di carattere vengono erroneamente interpretati come disturbi comportamentali mentre invece possono essere un’infiammazione delle meningi o di una porzione cerebrale (avvolte un’inizio di neoplasie)che comportano dei cambiamenti di carattere e comportamentali del cane o del gatto . Il quadro clinico varia in funzione dell’area del cervello colpita Se colpita la fossa rostrale si rilevano convulsioni,movimenti di maneggioi,modificazioni comportamentali e depressione del sensorio. Se invece e’ interessato la fosa caudale con il tronco encefalico si ha testa piegata,paresi ,paralisi, incordinamento dei movimenti,anisocoria ,pupille a spillo(miosi ) perdita di coscienza, nistagmo.
VIDEO ENCEFALITE CANE (MENINGOENCEFALITE GRANULOMATOSA CHIHUAHUA)

I cani e gatti colpiti da infezioni di miceti,rickettsie,virus spesso presentano lesioni del fondo oculare .
Cause di encefalite nel cane e nel gatto.
CANE :
Idiopatica o immunomediata: (meningoencefalite granulomatosa,encefalite del Carlino,e del Maltese ,meningoencefalite eosinofilica.

Virale:cimurro rabbia,herpesvirus,parvovirus,adenovirus,encefalomielite postvaccinale

Rickettsie:febbre maculosa delle montagne rocciose,erlichiosi

Micotica:criptococcosi,blastomicosi,istoplasmosi,coccidioidiomicosi,aspergillosi

Batterica :batteri aerobi e anaerobi

Protozoaria: Toxoplasmosi,neosporosi,encefalozoonosi

Spirochete:borreliosi

Migrazioni parassitarie

Prototecosi

GATTO:
Idiomatica o immunomediata: meningoencefalite granulomatosa,meningoencefalite eosinofilica

Poliencefalomieliteidiopatica

Virale:Peritonite infettiva felina (FIP),rabbia,immunodeficienza (FIV),pseudorabbia,panleucopenia,rinotracheite infettiva

Micotica:criptococcosi,Blastomicosi,feoifomicosi

Batterica:anaerobi e aerobi

Protozoaria:toxoplasmosi

Migrazione parassitaria

Diagnosi di encefalite nel cane e nel gatto:
Esami di laboratorio sangue,urine ,liquor cefalorachidiano Diagnostica per immagine:Rx torace TAC,Risonanza Magnetica

Trattamento encefalite nel cane e nel gatto:
Farmacologia:terapia sintomatica per tenere sotto controllo le convulsioni Encefaliti idiomatiche o immunomediate rispondono bene al cortisone con dosaggi immunosopressivi di predinisolone Le malattie da Rickettsie e Borrelia vengono trattate con doxiciclina quelle da protozoi con clindamicina .Le encefaliti micotiche con itraconazolo o il fluconazolo I cortocosteroidi sono utili per tenere a bada l’edema cerebrale Le encefaliti batteriche vengono trattate con antibiotici ad ampio spettro che passano la barriera ematoencefalica Nell encefalopatia immunomediata o idiomatica l’eziologia e’ sconosciuta ,per la medicina olistica invece si puo’ considerare che lo squilibrio immunitario con produzione di autoanticorpi, viene scatenato da micotossine presenti in alcune derrate alimentari ,inquinanti ambientali ed alimentari sostanze tossiche estranee che una volta passata la barriera ematoencefalica scatenano la reazione infiammatoria. Fondamentali nel paziente affetto da encefalite idiopatica escludere tutte quelle sostanze estranee potenzialmente tossiche specie gli antiparassitari spot.on ,spray ecc ,drenando e disintossicando l’organismo ,ripristinare la flora batterica intestinale ,evitare stress emozionali,integrare con antiossidanti e rigeneranti del sistema nervoso(citochine omeopatizzate) >

6 commenti:

  1. il mio carlino ha avuto questa malattia aveva 16 anni....da cosa e' potuta derivare.....? le pupille andavano di continuo in movimento non riusciva a tenersi in piedi.....io ho deciso visto l'eta di optare per l'eutanasia....cosa che mi ha portato molto dolore...avrei potuto fare qual'cosa?

    RispondiElimina
  2. Buonasera volevo chiedere se si ha un cane con l'encefalite virale o di altri tipi, è possibile che venga trasmessa ad altri cani?

    RispondiElimina
  3. il mio carlino è affetto da encefalite idiopatica,è sotto cortisone e luminale, è la cura adatta o ne esistono altre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, anche il mio chihuahua ha questo tipo di encefalite e segue la stessa terapia del suo carlino...
      Per quanto sta seguendo questa cura ?

      Elimina
  4. Buongiorno aal mia pinscher di 2 anni e mezzo è stata diagnosticata encefalite stiamo aspettando i risultati per la neospora , da sabato sera ha iniziato rocefin lyrica e cortisone ma i sintomi sono peggiorati . È normale ?

    RispondiElimina